Rockitchen – Pier Angelo Cantù introduce “Grace” | 15/11


“Purezza e grazia, ma anche inquietudine e dolore hanno attraversato la breve e sfortunata esistenza di Jeff Buckley, figlio d’arte cresciuto con la musica nel sangue, nel mito e nell’odio di un padre famoso, che lo ha abbandonato in fasce. “Grace” è il suo primo e unico album ufficiale: la testimonianza di una vita fragilmente tenuta al riparo dal mondo e, al contempo, offerta al mondo come sincero e straziante atto creativo. Un lampo luminoso e ancora brillante, apparso nel pigro panorama dell’underground rock del 1994, che merita di essere raccontata entrando nell’intreccio tra le canzoni e la vita del suo giovane autore“.

Queste parole sono del nostro amico Pier Angelo Cantù, che torna in trattoria a raccontarci la storia di un meraviglioso disco, prima di ascoltarlo tutti insieme, in religioso silenzio.
Noi ci occuperemo come al solito di cibo, vino e accoglienza.

Pier Angelo – Pj – Cantù
Giornalista, consulente aziendale e formatore di manager, Pj ha sviluppato una vita parallela in ambito artistico. Negli anni ’70, ha suonato la chitarra in alcune band brianzole. Dal 1991, facendo la spola tra la Brianza e Londra, svolge l’attività di critico musicale. Ha scritto saggi, interviste, articoli e recensioni per diverse testate musicali specializzate, diventando uno dei più apprezzati esperti di cultura rock. E’ tra i fondatori della storica fanzine Late For The Sky.
Dj, Promoter, Speaker radiofonico, Consulente alle produzioni discografiche e agli eventi live, ha garantito supporto artistico-esistenziale a band e musicisti italiani e internazionali. E’ docente presso l’Università del Tempo Libero nel sistema bibliotecario del Vimercatese con il corso “L’influenza della musica rock nella cultura moderna”. Ha collaborato con lo Smiting Festival di Rimini firmando come co-autore gli spettacoli “Ballate d’Amore e Follia” (2011) e “A Kid A” (2012). E’ stato direttore artistico degli eventi musicali di “Convivo” a Milano e del “PentAgrate MusicFest”. Continua a scrivere, quando ne ha voglia, sulle pagine della prestigiosa rivista online di poesia e cultura “Niederngasse”.
Recentemente sta portando nelle sale (e ovunque sia possibile) due recital musicali: “Waterface – Neil Young, gli anni della trilogia oscura” di cui è co-autore, attore protagonista e musicista; e “Safety Blues”, recital di storie e canzoni dedicate alla sicurezza sul lavoro e alle morti bianche.

Costo della serata 30 euro

Siamo chiusi dal 4 al 12 ottobre. 
Riapriamo venerdì 13.